Il logo: un dettaglio da non sottovalutare

 

Molte volte le persone scelgono un'azienda non tanto per il prodotto in sé, quanto per la percezione che hanno dello stesso e dell'azienda che lo propone. 

É quindi essenziale che tu abbia un logo adeguato, che rifletta la tua azienda e il tuo business, che comunichi professionalità e che favorisca il ricordo e l'identificazione da parte dei clienti! 

Prima di parlare nello specifico del logo è bene però fare un piccolo passo indietro. Cosa si intende per immagine aziendale? Si utilizza questo termine per fare riferimento a differenti elementi: agli aspetti di design, ovvero a tutto quello che riguarda l'aspetto visivo del brand; alla comunicazione, ovvero alla pubblicità e alle relazioni con il pubblico; e al comportamento, ovvero ai valori e alle norme interne. Per essere quindi efficace, l'immagine aziendale deve non solo essere coerente e pertinente con i bisogni, ma soprattutto deve differenziare l'azienda in un mercato competitivo. 

A meno che la tua azienda non produca un prodotto o servizio veramente unico, il brand è l'unico elemento che realmente ti differenzia dai tuoi competitors.

 

 

Detto questo, il logo si trova quindi a soddisfare una duplice richiesta: rendere riconoscibile l'azienda essendo coerente con questa immagine aziendale, rappresentandola al meglio e raccontandone i valori e le caratteristiche; ed essere attraente per il pubblico. Durante la fase di ideazione è indispensabile individuare gli elementi principali, semplificarli ulteriormente per esprimere il messaggio in poche e semplici parole e attraverso una grafica essenziale, coerentemente con l'idea che “less is more”

Un logo deve essere originale, unico e leggibile. Non banale, ma sicuramente semplice. 

Infatti, moltissime ricerche condotte nel 2016 hanno evidenziato come il trend sia quello di un ritorno al minimalismo e alla semplicità, anche per quanto riguarda l'uso della tipografia. Non per niente, il 95% delle principali aziende usa uno o due colori al massimo all'interno del loro logo, mentre solo il 5% usa più colori all'interno del logo, il 41% usa solo testo, mentre il 9% non inserisce nel logo neanche il nome dell'azienda, come ad esempio Apple.

Il consiglio che ti diamo è quindi quello di affidarti ad un team di professionisti che ha sicuramente la capacità di fornirti delle proposte vincenti. Lo sappiamo bene che a questo punto potresti pensare “mi costerà tantissimo coinvolgere un team grafico per l'ideazione del mio logo”. É vero, ma mai quanto avere un logo non adatto alla tua azienda e al tuo prodotto. Ricorda che un logo poco interessante e chiaro equivale a non averne alcuno, se non peggio. 

Un esempio famoso in merito a questo tema viene da Palo Alto e ha come protagonista un certo Steve Jobs. Dopo aver ideato il computer cubico di NeXT, sebbene il prodotto non esistesse ancora, contattò il decano dei loghi aziendali, Paul Rand, e gli chiese il logo perfetto per la sua azienda. Ti sembra pazza l'idea di chiedere un logo per un prodotto ancora in fase di progettazione? Beh, aspetta di sapere quanto pagò per esso! Pochi infatti compresero la necessità di ossessionarsi per un logo, e soprattutto di pagare 100.000 dollari per averlo, ma per Steve Jobs questo significava che la sua azienda, la NeXT, cominciava a percorrere i primi passi verso un'identità aziendale e un mercato internazionale. 

Come gli aveva insegnato Mike Markkula: è comune giudicare un libro dalla copertina e una grande azienda deve essere in grado di comunicare il proprio valore attraverso la prima impressione che produce. 

 

 

Ricorda inoltre che il logo dovrà essere adattabile e per questo è importante che venga pensato, e non perda la sua efficacia e il suo appeal, sia in diversi colori che in bianco e nero per potersi adattare ai vari materiali di comunicazione. Inoltre, l'utilizzo di un font pulito e scelto con attenzione è fondamentale per creare un sentimento del tipo “ehi… questi sanno esattamente di che cosa stanno parlando”!

Questa è solo un'infarinatura generale in merito al vastissimo mondo dei loghi, ma non dubitare… in un prossimo futuro ne riparleremo in modo più approfondito. 

Un piccolo consiglio finale: ricorda che un'immagine vale più di mille parole!

Ci sono 0 commenti su questo post


Scrivi un tuo commento a questo post


Nome: *
E-mail: (inserisci il tuo indirizzo e-mail se desideri ricevere una notifica quando viene inserito un commento a questo articolo)
Commento: *
Invia