Una svolta social per il tuo B2B: il caso della Maersk Line

 

Credi che essere un'azienda B2B possa pregiudicare la tua presenza sui social network? Credi che per attirare l'attenzione degli utenti e coinvolgerli sia necessario parlare di moda e serie tv? Nulla di più sbagliato… a meno che tu non reputi attraente e interessante l'immagine qui sotto!

 

 

Nella maggior parte dei casi (non si sa mai, magari sei un super appassionato di logistica e trasferimenti transoceanici), questa immagine non provoca nessuna emozione se non un “guarda quanti container!” e invece… 
La Maersk Line non è solo la compagnia di navigazione mercantile danese più grande al mondo sia per ricavi che per numero di dipendenti, ma è anche un esempio da cui trarre ispirazione. Quando nel 2013 si approcciò al mondo social, la sfida era enorme perché il sentiero non era tracciato e il rischio di fallire molto elevato. A distanza di tre anni, il caso Maersk Line è entrato a pieno titolo tra i casi maggiormente citati ed esemplari di B2B sui social network, basti pensare che il profilo ufficiale dell'azienda ha raggiunto più di 2 milioni di fan su Facebook, di 53.000 followers su Twitter e di 72.600 su Instagram. Vediamo come!

 

“Siamo stati esplorativi, essere sui social media significa provare differenti canali”

 

É questa la filosofia che guida l'azienda nell'elaborazione della sua strategia social e ne rappresenta sicuramente il punto di forza. Infatti, è bene tenere a mente che attraverso canali social differenti è possibile raggiungere obiettivi differenti. Una volta definiti gli obiettivi, potrai quindi individuare i canali più adatti alla tua azienda e da lì sperimentare, sperimentare e ancora sperimentare. Il mondo dei social e del digital in generale, non sono una scienza esatta e per questo motivo è essenziale rivolgersi alle giuste figure professionali. Tornando a parlare dei differenti canali social utilizzati per soddisfare differenti necessità dell'azienda, e utilizzando la Maersk Line come esempio, vediamo come utilizzano Twitter, Facebook e Instagram. Sei pronto?

 

 

Twitter è un social media che per sua natura è conforme ad una rapida circolazione delle informazioni e al reperimento delle stesse grazie all'utilizzo degli hashtag. É la piattaforma social maggiormente utilizzata dai giornalisti; quindi perchè non usarla per comunicare proprio con loro?! Qui la Maersk Line riporta infatti notizie sulle tratte, sulle merci trasportate, sulle ricorrenze e sugli eventi a cui prende parte.

Facebook viene invece utilizzato con lo scopo di presentare l'azienda e le operazioni in corso in maniera meno formale rispetto a Twitter e soprattutto più dettagliata, data la possibilità di inserire maggiore testo. Perchè raccontare la propria storia su Facebook? Semplice...1,65 miliardi di utenti sono iscritti a questo social. Dove trovi una vetrina altrettanto vasta?!

É giunto il momento di parlare di Instagram, il social network che celebra le fotografie di fastastiche pietanze, meravigliose spiagge, scintillanti accessori e...navi mercantili per il trasporto di container! La riproposizione delle fotografie scattate dai dipendenti durante i loro viaggi di lavoro a bordo delle navi Maersk, non solo permette di offrire punti di vista unici e fotografie cariche di emozioni e di storie da raccontare, ma aumenta anche il coinvolgimento e il senso di appartenenza dei singoli dipendenti all'azienda. Realizzando così la profetica citazione di Andy Warhol: "Ognuno avrà il suo quarto d'ora di celebrità". 

 

La ragione per cui abbiamo presentato questo esempio, non è per raccontarti ancora una volta le enormi potenzialità delle piattaforme social già decantate da moltissimi altri articoli e blog, ma per dirti che anche tu le puoi sfruttare.
Ricordati che non è importante avere un prodotto esteticamente bello da presentare, il che sicuramente non guasta... quello che è essenziale è avere una storia e raccontarla al meglio! 

E tu ne hai già una? Raccontaci la tua!

Ci sono 0 commenti su questo post


Scrivi un tuo commento a questo post


Nome: *
E-mail: (inserisci il tuo indirizzo e-mail se desideri ricevere una notifica quando viene inserito un commento a questo articolo)
Commento: *
Invia