La ricetta SEO perfetta per il tuo sito web

 

Ti sei mai chiesto quali siano gli ingredienti giusti per far decollare il tuo sito web? Beh, con questo articolo vogliamo proporti la nostra personale ricetta Seo per ottenere risultati di traffico e di posizionamento strepitosi nel minor tempo possibile.

Ma, andiamo con ordine, cominciamo con il chiarire di cosa stiamo parlando: la Seo (Search Engine Optimization) è l'ottimizzazione di un sito web per i motori di ricerca, cioè  corrisponde ad una serie di pratiche e di tecniche con le quali si va migliorare gli aspetti interni ed esterni del sito web al fine di aumentarne la visibilità e il traffico.

Fin qui, sembra tutto semplice eppure non lo è affatto: intanto, è necessario chiarire che i risultati delle attività Seo hanno tempi molto lunghi visto che queste attività vanno ad influire sulla ricerca e sul posizionamento organico (se, infatti, vuoi schizzare subito ai primi posti della SERP, la pagina dei risultati, ti consigliamo di lasciar perdere questo articolo e di votarti alla pubblicità a pagamento, ti dice niente Adwords?) e, inoltre, le tecniche Seo sono talmente tante e corrispondono a talmente tante professionalità e background diversi che utilizzarle al meglio comporta un lavoro di sinergia e collaborazione tra tutti i membri di una web agency.

E, ora, bando alle ciance, andiamo a scoprire la ricetta Seo perfetta ed i suoi ingredienti:

 

1. STRUTTURA DEL SITO

Sicuramente tutto comincia dalla struttura del sito web che deve seguire alcune regole fondamentali: innanzitutto è necessario fare molta attenzione alle URL che devono essere “parlanti” e pulite, perciò se il tuo sito presenta URL che corrispondono a www.nomesito.it/567_9#category1#9 stai sicuramente sbagliando qualcosa. Un URL parlante è fondamentale perché racconta ad utenti e motori di ricerca qualcosa sulla profondità di navigazione, inoltre, ricordati sempre di preferire i trattini (-) agli underscore (_), sono, del resto, molto più ordinati e leggibili.

Una volta passate in rassegna le URL, è necessario andare a controllare i Tag Title che non devono assolutamente essere duplicati e devono contenere alcune delle parole chiave fondamentali da te scelte. Ad ogni Tag Title deve infatti corrispondere una pagina univoca e una Meta Description che deve essere sempre presente, istruttiva sul contenuto della pagina e dotata, magari, di una Call to action invitante che spinga gli utenti a saperne di più.

I contenuti del sito devono essere strutturati nel giusto modo, ossia, devono contenere una sola intestazione H1 (attenzione, questa regola è fondamentale!) ed essere suddivisi con maestria e raziocinio tra H2, H3, H4, etc. È importante suddividere il testo in paragrafi non solo per una maggiore leggibilità che aiuta l'utente ma anche per facilitare i crawler e piacere di conseguenza a Google.

 

ricetta seo per motori di ricerca

 

Assicurati, poi, che il tuo sito disponga di una navigazione a breadcrumb. Un breadcrumb (in italiano, starebbe per “briciole di pane”) è una lista di link in cima o in fondo alla pagina che permette all'utente di tornare indietro verso la sezione precedente o verso l'homepage. Molti breadcrumb utilizzano come primo link a sinistra proprio l'homepage e aggiungono verso destra link sempre più specifici a seconda della profondità di navigazione raggiunta dal visitatore.

Questo tipo di accortezza piace molto sia ai motori di ricerca che all'utente ed è tra le linee guida stilate da Google per ottenere un'eccellente ottimizzazione del proprio sito web.

Aggiungiamo, come ultimo step (ma davvero gli ingredienti giusti sarebbero un'infinità) la creazione di un file robots.txt e di una sitemap per il tuo sito. Sono entrambi strumenti molto efficaci: il primo dice al motore di ricerca cosa indicizzare e cosa no, il secondo, invece, non è altro che un documento che mostra l'architettura del tuo sito facilitando il lavoro dei crawler.

 

2. USABILITÁ

Un sito non usabile non vedrà mai crescere la propria reputazione on-line. L'obiettivo dei motori di ricerca è, infatti, quello di facilitare l'esperienza dell'utente e di rendere la sua navigazione confortevole.

Come ottenere questo? Partendo, sicuramente, dallo strutturare con intelligenza i link interni. Si potrebbe, dire, infatti, che questi non siano mai abbastanza: collegare le pagine tra loro in un'architettura sensata è il vero modo per ottenere una user experience eccellente.

Attenzione, poi, a limitare o, comunque, dare un senso agli errori 404: personalizzarli, restituire messaggi che possano convincere l'utente a non stancarsi della navigazione ma, soprattutto, cercare di impedire che queste pagine non trovate che, ahimé, sono presenti in ogni sito, vengano indicizzate dagli spider.

 

3. STUDIO DELLE KEYWORDS

Ed eccoci arrivati ad un passaggio fondamentale che, forse, viene prima di tutto: lo studio delle keywords.

Una keyword research ben fatta ti porterà infatti a scrivere contenuti migliori e a posizionarti più facilmente.

Queste keywords dovranno essere presenti ovunque e ripetute il giusto (attenzione a non esagerare, le penalizzazioni sono dietro l'angolo). Come strumento ti consigliamo il Keyword Planner di Adwords: quest'ultimo ti permette, infatti, di trovare un buon numero di idee nuove per i tuoi articoli ma, soprattutto, ti dà la possibilità di capire il volume di ricerca di tutte le parole chiave da te scelte e la loro competizione. La scelta migliore per te saranno sicuramente keyword a competizione media con un alto volume di ricerca, ma non sottovalutare la potenza delle long tail keyword, quelle parole chiave più precise e lunghe che hanno volume di ricerca bassissimo ma molto spesso portano al tuo sito utenti molto più interessati rispetto agli altri.

 

4. CONTENT STRATEGY

Una volta scelte le keyword e inserite nei Title e nelle Description si passerà ai contenuti. Questi hanno un'importanza molto più che fondamentale per il posizionamento e la reputazione poiché Google ha fatto sapere che i contenuti di qualità sono il motivo principale per cui un sito viene premiato.

Evita, quindi, di copiare testi di altri ed evita di scrivere contenuti di poco valore ma bombardati di keyword pensando così di poter risalire la SERP. Non è così che funziona: più darai informazioni importanti, uniche e di valore ai tuoi utenti più sarà naturale la crescita del tuo traffico.

Il contenuto deve essere, specifica Google, “fresco e unico” e, soprattutto, facile da leggere (qui ti aiuteranno molto le suddivisioni in paragrafi e l'uso del bold) ma non dimenticare una regola fondamentale: il contenuto deve essere creato per l'utente non per il motore di ricerca.

 

ricetta seo per siti web

 

5.  LINK BUILDING

E, infine, parliamo di Seo Off-page, ossia l'ottimizzazione svolta su siti esterni per portare maggiore traffico al nostro sito. La creazione di una rete di collegamenti e relazioni on-line si chiama Link building e può essere svolta in molti modi solo che non tutti piacciono a Google e agli altri motori di ricerca: l'ottenimento innaturale e forzato di backlink non è quasi mai premiato, certo, però, riuscire ad emergere a tal punto da ottenere naturalmente molti link in entrata è impossibile nel breve periodo, per cui alcune tecniche sono accettate, tecniche che, però, devono dare la parvenza di naturalezza. Una buona strategia è proporre a siti esterni di scrivere guest post che contengano il nostro link: un contenuto di valore per un link è sicuramente meglio della tecnica abusata e mal vista del puro e semplice scambio link.

 

Insomma, l' ottimizzazione di un sito web non è impresa semplice ma ci sono vari strumenti che ti potrebbero aiutare nella ricetta SEO: sicuramente ti consigliamo Seozoom, la suite tutta italiana per l'analisi seo del tuo sito e di quello dei competitor (in realtà, questo strumento serve a un sacco di altre cose ma lo proverai tu stesso!) e Screaming Frog per un'analisi approfondita della struttura del tuo sito. Per  i contenuti, invece, è efficacissimo Answer the public (oltre che molto divertente!).  Se vuoi, invece, fare un check alla fine delle tue ottimizzazioni per vedere se tutto è a posto, ti consigliamo l'estensione di Chrome Seoquake.

Ora, non devi far altro che mescolare tutti questi ingredienti per preparare il sito perfetto!

Se, invece, trovi tutto questo troppo astruso e difficile affidati a noi: saremo lieti di darti il nostro aiuto!

Ci sono 0 commenti su questo post


Scrivi un tuo commento a questo post


Nome: *
E-mail: (inserisci il tuo indirizzo e-mail se desideri ricevere una notifica quando viene inserito un commento a questo articolo)
Commento: *
Invia